Metto prima di tutto la salvezza del Paese e la sua riforma. Perchè questo ci chiedono l'Europa e gli italiani. 

Renato Brunetta, Ministro per la Funzione Pubblica, durante un’intervista televisiva.  

Il Dibattito delle Idee 

 

Tecnologie dell’automazione e digitalizzazione: opportunità o minaccia? 

Nonostante i passi in avanti compiuti verso la digitalizzazione, soprattutto nell’ultimo anno, ancora si guarda ad essa con timore e sospetto. Si percepisce sì, come un’opportunità all’organizzazione del lavoro all’interno delle imprese  ma anche come una minaccia al lavoro umano.  

L’impatto delle innovazioni sul lavoro sono oggetto di numerosi studi dai quali emergono tendenze e prospettive contrastanti e criticità sedimentate: rendere infatti la nostra economia più dinamica favorirebbe una migliore allocazione del capitale umano e del lavoro considerando anche i principi di sostenibilità fondamentali per mitigare impatti ambientali e sociali. Qui per un approfondimento. 

The Value Added Tax Simulation Model: il nuovo modello oggetto della collana di ricerca del DF 

Nuovi modelli di microsimulazione non comportamentale, riguardante l'imposta sul valore aggiunto (IVA) è stato recentemente sviluppato per supportare i policy-makers nella progettazione delle politiche fiscali in Italia. I principali obiettivi del modello di simulazione VATSIM oltre a stimare il gettito teorico ed effettivo dell’IVA e valutare l'incidenza dell'IVA sul reddito disponibile delle famiglie, simula gli effetti redistributivi di cambiamenti nelle politiche fiscali. Tale modello utilizza i dati delle dichiarazioni fiscali e i dati di contabilità nazionale, rendendo il modello ideale ai fini della microsimulazione e perfettamente coerente con i dati macroeconomici più aggiornati. Qui la nota del DF. 

Studi, ricerche e numeri 

 

Istat: a febbraio occupati stabili rispetto a gennaio 

Dal 1° gennaio 2021 è stata avviata la nuova rilevazione sulle Forze di lavoro che recepisce quanto stabilito dal Regolamento (UE) 2019/1700. A febbraio gli occupati sono sostanzialmente stabili rispetto a gennaio, mentre scendono lievemente i disoccupati e gli inattivi. L’occupazione è stabile sia tra le donne sia tra gli uomini, cresce tra i dipendenti permanenti e gli under 35, mentre scende tra i dipendenti a termine, gli autonomi e chi ha almeno 35 anni. Stabile anche il tasso di occupazione, pari al 56,5%. Qui la Nota dell’Istat. 

 

Istat: Rapporto sulla Competitività dei settori produttivi 

Il 7 aprile l'Istat ha presentato la 9° edizione del Rapporto sulla Competitività dei Settori Produttivi che fornisce alcune prime misurazioni degli effetti economici della pandemia. Scrive l'Istat che "a causa della profonda incertezza che ancora perdura rispetto all'evolversi della crisi pandemica, solo nei prossimi anni saranno pienamente valutabili gli impatti economici che tutto ciò ha portato in termini di cambiamento dei comportamenti degli attori economici e delle relazioni tra individui, imprese, settori e paesi". Qui la Nota dell’Istat. 

 

Fatturazione elettronica: il Report gennaio-dicembre 2020 a cura del DF 

Nel periodo gennaio-dicembre 2020 l’imponibile IVA rilevato tramite la fatturazione elettronica è diminuito complessivamente dell’11,1% rispetto allo stesso periodo del 2019. Inoltre il Report offre un quadro sintetico, aggiornato e sistematico della dinamica settoriale e regionale dei flussi informativi estratti dalla banca dati della fatturazione elettronica, messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate. Qui per approfondire.

 

Eurostat: commercio di medicinali e prodotti farmaceutici in aumento nel 2020  

Nel 2020, le esportazioni e le importazioni di medicinali e prodotti farmaceutici sono aumentate nella stragrande maggioranza degli Stati membri dell'UE, nonostante il calo generale degli scambi a seguito delle misure restrittive adottate in risposta al COVID -19 focolaio. La Slovenia ha registrato il maggiore aumento delle importazioni di medicinali (+ 31%) e il secondo aumento delle esportazioni (+ 42%). La Grecia ha registrato il maggior aumento delle esportazioni di medicinali (+ 48%). Qui per approfondire.

 

Istat: i dati sui viaggi in Italia e all’Estero 

I viaggi dei residenti in Italia nel 2020 toccano il loro minimo storico: sono 37 milioni e 527 mila (231 milioni e 197 mila pernottamenti), con una drastica flessione rispetto al 2019 che riguarda le vacanze (-44,8%) e ancora di più i viaggi di lavoro (-67,9%). Per le vacanze in estate il calo si attenua (-18,6%). Ciononostante, quasi 7 persone su 100 rinunciano alla vacanza estiva (erano il 37,8% nel 2019, sono il 30,9% nel 2020 quelle che fanno almeno una vacanza tra luglio e settembre). I viaggi all’estero crollano (-80,0%) mentre le località italiane sono colpite in misura minore (-37,1%) e sono meta del 90,9% dei viaggi. Qui la Nota dell’Istat. 

 

Eurostat: affitti aumentati del 14,9%, i prezzi delle case su del 28,6% dal 2010  

Tra il 2010 e il secondo trimestre del 2011, i prezzi delle abitazioni e gli affitti nell'UE hanno seguito percorsi simili. Dopo un forte calo tra il secondo trimestre del 2011 e il primo trimestre del 2013, i prezzi delle case sono rimasti più o meno stabili tra il 2013 e il 2014. Si è registrato un rapido aumento all'inizio del 2015, da quando i prezzi delle case sono aumentati molto più velocemente ritmo degli affitti. Nel periodo dal 2010 al quarto trimestre del 2020, gli affitti sono aumentati del 14,9% e i prezzi delle case del 28,6%. Qui per approfondire. 

La Voce degli Stakeholder 

 

Confartigianato: in 1 anno persi 355 mila occupati indipendenti (-6,8%) 

Effetti più pesanti sul mercato del lavoro sono stati registrati dall’Istat tra febbraio 2021 e febbraio 2020 il calo degli occupati è di 945 mila unità, il 4,1% in meno, registrando una intensità simili per uomini (-4,0%) e donne (-4,2%). L’analisi per posizione professionale evidenzia che, a fronte di un calo dell’1,5% dei dipendenti permanenti, scendono del 6,8% dei lavoratori indipendenti, pari a 355 mila unità in meno – il calo degli indipendenti è il peggiore dal 2005 – mentre cedono del 12,8% i dipendenti a termine, pari a 372 mila unità in meno. Qui per approfondire. 

 

Confartigianato: gli effetti economici della pandemia dureranno 4 anni.  

Gli andamenti dell’economia, i riflessi sulle micro e piccole imprese e le differenziazioni territoriali su lavoro, export, digitale e green saranno contenuti nel 12° Report Covid-19 di Confartigianato che sarà presentato lunedì 12 aprile 2021, nel corso di un webinar organizzato dall’Ufficio Studi e dalla Direzione Politiche economiche, nell’ambito delle Sessioni streaming della Scuola di Sistema. Il titolo del webinar è Terza ondata e prospettive post pandemia per imprese e territori. Qui per approfondire.  

Innovazione  

 

Direttiva Europa DAC7: dalle big tech un supporto per la lotta all’evasione  

Con la direttiva Europea DAC 7 la lotta all’evasione fiscale passerà anche da una maggiore trasparenza dei flussi informativi e da una più efficace collaborazione tra big tech del web e autorità fiscali che permetterà anche ai Paesi membri di intercettare parte del mancato gettito. Un iter legislativo completato in soli 8 mesi ha permesso l’adozione di tale misura, a dimostrazione della coesione degli Stati membri in tema di evasione fiscale. Qui per approfondire.

 

Enti locali

 

Così lo Stato ha salvato i Comuni: 3 mld in più rispetto all’anno precedente 

Uno studio condotto da Centro Studi Enti Locali e dal Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa, basato sull’analisi dei dati messi a disposizione da Banca d’Italia, ha rilevato che gli enti locali italiani nel 2020 hanno potuto contare su incassi superiori per oltre 3 miliardi di euro rispetto a quelli dell’anno precedente. Il totale delle entrate correnti 2020 è stato pari, complessivamente, a euro 61.284.948.067 contro i 58.197.118.094 del 2019. Qui per approfondire 

 Mondo MEF 

 

Entrate tributarie: nel primo bimestre del 2021 gettito pari a 67,6 miliardi 

Nei mesi di gennaio-febbraio 2021, le entrate tributarie erariali ammontano a 67.660 milioni di €, segnando una diminuzione di 2.920 milioni di € rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (-4,1%). Il confronto tra il primo bimestre del 2021 e quello del corrispondente periodo dell’anno precedente presenta un evidente carattere di disomogeneità dovuto al fatto che i primi mesi del 2020 non erano stati ancora interessati dalle misure economiche e sociali adottate dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Nel mese di febbraio le entrate tributarie hanno registrato una variazione negativa di 1.741 milioni di € (-5,3%), per effetto della variazione del gettito delle imposte dirette (-581 milioni di € pari a -3,4%) e di quella delle imposte indirette (-1.160 milioni di €, -7,4%). Qui il Comunicato Stampa del MEF.

 

Al G20 il Ministro Franco: “la crescita dell'Italia accelererà nel 2021” 

Lo ha detto il ministro dell'Economia Daniele Franco durante la conferenza stampa al termine della riunione dei ministri delle Finanze e Governatori del G20 che si è tenuta l’8 aprile. 

"Dopo la contrazione economica del 2020 le prospettive globali sono migliorate grazie ai vaccini e alle politiche messe in atto, ma la ripresa è offuscata dall'incertezza, e disomogenea. Il G20 ha ribadito "la volontà di usare tutti gli strumenti disponibili, per il tempo necessario, per proteggere posti di lavoro e redditi". Qui per un approfondimento. 

 

MEF: credito e liquidità per famiglie e imprese  

Le moratorie tuttora attive riguardano prestiti del valore di circa 173 miliardi, superano invece quota 152 miliardi le richieste di garanzia per i nuovi finanziamenti bancari per le micro, piccole e medie imprese presentati al Fondo di Garanzia per le PMI. Attraverso ‘Garanzia Italia’ di SACE i volumi dei prestiti garantiti raggiungono i 22,6 miliardi di euro, su 1.772 richieste ricevute. Qui il Comunicato Stampa del MEF.