Di recente SOSE ha ospitato una sessione di digital training in lingua inglese rivolta ad alcuni membri selezionati delle istituzioni lituane allo scopo di condividere i dettagli riguardanti gli strumenti sviluppati da SOSE per la stima dei fabbisogni standard degli enti locali. Un’attività inserita all’interno di un progetto europeo di supporto tecnico che vede SOSE impegnata al fianco delle autorità lituane. Approfondiamo il progetto con Marco Mastracci, Responsabile Altri Prodotti Unità Analisi della Finanza Pubblica in SOSE.

Testo Podcast

PODCAST IL PUNTO – PROGETTO LITUANIA  

 

D - Nei giorni scorsi SOSE ha ospitato una sessione di digital training in lingua inglese rivolta ad alcuni membri selezionati delle istituzioni lituane allo scopo di condividere i dettagli riguardanti gli strumenti sviluppati da SOSE per la stima dei fabbisogni standard degli enti locali. Un’attività inserita all’interno di un progetto di supporto tecnico che vede SOSE impegnata al fianco delle autorità lituane. Per spiegarci meglio i dettagli del progetto abbiamo con noi Marco Mastracci, Responsabile Altri Prodotti Unità Analisi della Finanza Pubblica qui in SOSE. Allora Marco, buongiorno, parliamo del Progetto Lituania, come nasce e che obiettivi ha? 

R - La metodologia sviluppata per i fabbisogni standard è riconosciuta come una best practice in Europa e nel 2018 SOSE è stata selezionata dalla DG Reform, la direzione europea per le riforme strutturali, per fornire supporto tecnico al governo della Lituania sulla base delle competenze maturate nel settore. 

 

D – A che punto siamo arrivati nel percorso concordato con la autorità lituane e che tempi prevede il progetto?  

R - Abbiamo anzitutto ampliato la banca dati di riferimento e questo rappresenta uno degli output fondamentali dell’intero progetto. La banca dati attualmente è composta da oltre 800 variabili di tipo quantitativo e qualitativo che coprono un arco temporale che va dal 2013 al 2018. 

Nel corso del primo semestre del 2020 è stata completata la stima della spesa standard delle principali funzioni fondamentali a livello municipale: Istruzione, Servizi sociali, Amministrazione generale, Attività sportive e ricreative, Alloggi e servizi pubblici. 

In particolare, per il settore dei Servizi sociali a livello comunale abbiamo svolto un'analisi approfondita che ha richiesto l’ideazione e la distribuzione di un questionario ai singoli comuni della Lituania in moda da raccogliere dati specifici e questo ha rappresentato una novità assoluta per il sistema locale.  

Nello stesso periodo abbiamo portato a termine l’analisi della capacità fiscale che ha permesso, assieme all’analisi relativa alla standardizzazione delle spese, l’implementazione dell’analisi del fiscal gap.  

Inoltre, a supporto di queste attività è stato sviluppato un tool di micro-simulazione, una Dashboard, attraverso la quale testare la metodologia sui dati raccolti e stimare scenari di perequazione alternativi. 

Nel mese di luglio SOSE ha erogato, in modalità webinar, un training tecnico-metodologico per una durata complessiva di 15 ore di formazione destinato a funzionari di diversi Ministeri lituani, in particolare rappresentanti del Ministero dell’Economia, del Ministero delle Politiche Sociali, del Ministero della Cultura e del Ministero dell’Ambiente.  

La fine del progetto è attualmente prevista per dicembre 2020. 

 

D – Qual è lo stato del dibattito nell’ambiente europeo sui temi delle fiscalità locale e con quali sfide si confronta il modello sviluppato da SOSE 

La Commissione Europea già nel rapporto 2008 sulla Finanza Pubblica ha riconosciuto che il monitoraggio dell'efficienza dei governi centrali e locali è una condizione necessaria per migliorare la qualità delle finanze pubbliche, e quindi per ottenere una crescita economica sostenuta a lungo termine. Più recentemente anche l'OCSE ha indicato che la misurazione delle performance del settore pubblico è una questione importante anche in molti paesi sviluppati. 

Ecco perché la DG REFORM, che ha come obiettivo aiutare i paesi dell'UE a realizzare istituzioni più efficaci e pubbliche amministrazioni efficienti, ha riservato particolare attenzione al nostro lavoro. 

 

D - In anni recenti questo è stato il progetto oltre-confine che ha richiesto impegno e determinazione visto anche il coinvolgimento della Commissione europea. Cosa si porta a casa SOSE da questa esperienza? 

“Learning by doing”, potrebbe essere la sintesi più azzeccata. Inizialmente SOSE è stata selezionata in virtù della sua esperienza ma il progetto ci ha fornito la possibilità di approfondire tematiche statistiche oltre che mettere in pratica metodologie econometriche più avanzate. Acquisizioni che sono state in seguito applicate anche al modello italiano dei Fabbisogni standard, permettendone una evoluzione mirata. Dunque, l’esportazione del nostro know-how si è trasformata in un processo di apprendimento costante. 

La continua evoluzione del progetto dei Fabbisogni standard dei comuni italiani e l’esperienza acquisita nel corso di questo progetto rappresentano un patrimonio conoscitivo importante che potrà essere sfruttato per continuare il percorso internazionale intrapreso. 

 

Bene ringraziamo Marco Mastracci e ci diamo appuntamento al prossimo podcast.